Ecco come il lavoro di riduzione della povertà in Cina contribuisce al mondo

04-08

A partire dalla riforma e dall’apertura, oltre 770 milioni di abitanti della Cina rurale che vivono al di sotto della soglia di povertà sono stati aiutati a migliorare le proprie condizioni di vita, per un totale che ammonta a oltre il 70% di quello globale nel corso dello stesso periodo secondo gli standard internazionali di povertà della Banca Mondiale, come si evince da un white paper sulla riduzione del problema della povertà.


Il white paper è stato rilasciato o martedì mattina dall’Ufficio Informativo del Consiglio di Stato Cinese.


Sullo sfondo di grave povertà globale e di una distanza sempre più grande fra i ricchi e i poveri in alcune nazioni, la Cina ha vinto la battaglia contro la povertà estrema riuscendo a raggiungere l’obiettivo di ridurre la povertà impostato dall’Agenda Onu 2030 per lo Sviluppo Sostenibile con 10 anni di anticipo sulla tabella di marcia.


Ciò ha ridotto significativamente la popolazione povera a livello mondiale e ha contribuito grandemente a “realizzare un mondo migliore e più prospero,“ come concepito dall’Agenda.


Supporto e assistenza internazionale


Nei primi anni a seguito della fondazione della Repubblica Popolare Cinese (PRC), la Cina era solita trarre beneficio dal supporto della comunità internazionale.


Collaborando con Onu e Banca Mondiale, il paese ha accettato assistenza da parte di alcune nazioni sviluppate portando avanti progetti collaborativi in ambito di input finanziario, trasferimento di conoscenze e assistenza tecnica imparando nel contempo concetti e metodi avanzati.


Tali sforzi hanno migliorato l’aspetto innovativo e manageriale istituzionale cinese e gettato le fondamenta per lo sviluppo sostenibile in certe zone.


Il ruolo della Cina nella gestione della povertà globale


In cambio, la Cina ha fornito supporto e assistenza al mondo. Il presidente Xi Jinping ha annunciato in molte occasioni a livello internazionale che le misure pratiche della Cina per la collaborazione dello sviluppo internazionale sono state implementate rispettando i tempi oppure che stanno progredendo in maniera ordinata.


In primis, la Cina ha supportato altri paesi in via di sviluppo nell’opera di riduzione della povertà sin dalla fondazione del paese.


Ad esempio, la Cina ha lanciato l’iniziativa della Nuova Via della Seta (BRI) per espandere la cooperazione profonda e regionale ad alto livello sullo sviluppo economico e sociale e per aiutare i paesi idonei a conseguire una miglior riduzione della povertà.


Secondo uno studio della Banca Mondiale, l’iniziativa aiuterà 7,6 milioni di persone a uscire dalla povertà estrema e 32 milioni di persone a uscire da una condizione di povertà moderata in questi paesi.


Nel corso degli ultimi 70 anni e oltre, la Cina ha fornito assistenza in varie forme a oltre 160 nazioni in Asia, Africa, America Latina e Caraibi, Oceania ed Europa, oltre che a organizzazioni internazionali, ha ridotto o esentato i debiti dei paesi idonei, e ha aiutato i paesi in via di sviluppo nei propri sforzi per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, come recita il paper.


In secondo luogo, la Cina ha lanciato progetti di cooperazione per la riduzione della povertà internazionale a beneficio di tutti. In Africa, la Cina ha aiutato i paesi a costruire strutture che includono infrastrutture di conservazione idrica, scuole tecniche e vocative, alloggi sussidiati dal governo, ha allestito zone dimostrative per la cooperazione agricola e ha portato avanti progetti di collaborazione Cina-Africa come gli ospedali dell’amicizia Cina-Africa e le sedi del Centro Africano per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie.


Terzo, la Cina ha inoltre condiviso la propria esperienza sulla riduzione della povertà. Ha portato avanti scambi e collaborazioni, inclusa la costruzione di piattaforme, l’organizzazione della formazione e la conduzione di think tank.


Assieme alle agenzie Onu in Cina, il governo cinese ha istituito delle sessioni del Forum per la Riduzione della Povertà Globale e lo Sviluppo, in occasione della Giornata Mondiale del Rifiuto della Miseria.


Con la pandemia da COVID-19 ancora rampante in tutto il mondo, e la povertà, la fame e le malattie che minano il conseguimento di una vita migliore da parte dei popoli, la Cina afferma di essere pronta a rafforzare gli scambi e la collaborazione con altri paesi per quanto riguarda la riduzione della povertà e ad apportare un maggior contributo per costituire una community globale di futuro condiviso, libera dalla povertà e benedetta da una prosperità comune.

Disconoscimento: questo articolo è stato ristampato da altri supporti e ha lo scopo di trasmettere più informazioni. Tutte le risorse di questo sito sono raccolte su Internet e lo scopo della condivisione è per l'apprendimento e il riferimento di tutti. In caso di violazione del copyright o della proprietà intellettuale, lasciaci un messaggio.
© Diritto d'autore 2009-2020 Notizie finanziarie      Contattaci   SiteMap